Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

sabato 20 giugno 2015

L'Oratorio seicentesco "La morte di S.Antonio di Padova" torna in Basilica 341 anni dopo l'ultima rappresentazione

E' stato eseguito ieri sera, nell'ambito del "Giugno Antoniano" della città di Padova, l’Oratorio "La morte di S.Antonio di Padova" per 5 voci, archi e basso continuo, scritto dal francescano conventuale palermitano Bonaventura Aliotti (1640-1683) su testo poetico di Girolamo Desideri (1629-1692).
Ha eseguito magistralmente il concerto l'Ensemble vocale e strumentale di musica antica del Conservatorio «Arrigo Pedrollo» di Vicenza, diretto da Fabio Missaggia. L'esecuzione è stata permessa dalla munificenza dell'Arciconfraternita di Sant'Antonio di Padova che ha sponsorizzato l'evento.
In attesa di ascoltare una migliore registrazione (professionale), vi propongo un video un po' rapidamente arrangiato, con il brano finale dell'opera, un madrigale eseguito dai coristi insieme:


Quest'opera di musica religiosa è incentrata sugli ultimi momenti che precedono la morte del Santo, animati in forma drammatica e dialogata tra arie e recitativi, secondo le regole dell’Oratorio barocco.

La scena si svolge nell’imminenza del transito di Sant’Antonio dalla terra al cielo. Comincia con un dialogo tra Gesù e Maria a proposito dell’ormai prossima dipartita di Antonio. Gesù invia un Angelo al Santo per annunciargli che il corso della sua vita è giunto al termine, ma non si spaventi: per lui si apre un’alba eterna.
Il messaggero celeste parte e il coro incita ogni anima devota a non rattristarsi: perché “sol col morire vita immortal s’acquista”.

Entra in scena Antonio, sofferente: sente la morte vicina, ma si presenta a lui come una liberazione dai dolori, ed è desideroso di volare a Dio che ha tanto amato.
Antonio dialoga con l’Angelo inviato a preannunciargli il Paradiso; il loro discorrere è però interrotto dal Demonio, furente, arrabbiato perché: “Antonio il mio nemico del Ciel è troppo amico”. Per tutta la vita Antonio l’ha sconfitto, ma il diavolo, in un ultimo assalto, cerca di farlo cadere per impadronirsi della sua anima.

Antonio in un’aria accompagnata dal suono delle viole chiede la misericordia e il perdono di Cristo e della Vergine. E la Madonna accorre a confortare il Santo. Proprio l’umile preghiera, che non si vanta dei successi terreni, ma ricorda solo i peccati sconfigge il demonio: Antonio mette a tacere il bugiardo ingannatore, ricacciato infine dall’Angelo all’inferno da cui era uscito per tentare il Santo.
Mentre l’anima di Antonio è accolta in cielo da Gesù e Maria, l’Angelo rivolto agli ascoltatori chiede: e voi che fate? Volete imitare Antonio e la sua vita? Risponde il coro concludendo: “sì la fede vuole così” per acquistare la Palma della vittoria, qua giù sulla terra ogni persona deve assomigliare un po’, rispecchiarsi, in Antonio.

Quella del 19  giugno è stata la prima esecuzione da 341 anni di quest’Oratorio, eseguito in Basilica nel 1674, quando il suo compositore era maestro organista. Il manoscritto è stato ritrovato nella biblioteca napoletana dei Gerolamini e pubblicato nel 2013 dal Centro Studi Antoniani nella trascrizione curata da Nicoletta Billio D’Arpa.

venerdì 12 giugno 2015

Sant'Antonio chi sei? Ottimo e breve documentario sulla figura del Santo di Padova


La festa del Santo a noi carissimo, Antonio di Padova, ci spinge a divulgarne la vita e l'esperienza. Se avete 20 minuti, non perdetevi questo breve documentario, fatto piuttosto bene, sia sotto il profilo storico che per conoscere meglio la spiritualità e il messaggio del "Santo che il mondo ama":

domenica 7 giugno 2015

Capolavori francescani in mostra a Firenze fino ad ottobre. Un delitto non andarci!


Riguardo alla mostra L’arte di Francesco: capolavori d’arte e terre d’Asia dal XIII al XV secolo, allestita presso la Galleria dell’Accademia a Firenze, il canale tematico Sky Art ha tramesso un documentario che potete vedere qui sotto anche in HD. Le immagini delle opere d'arte dei primi secoli dopo il Poverello d'Assisi sono spettacolari, e il video è una potentissima esca per la mostra (che dev'essere davvero imperdibile!!). La mostra è aperta fino all'11 ottobre.

Organizzata dalla Galleria dell’Accademia, in collaborazione con l’Ordine dei Frati Minori, e ideata scientificamente con la Commissio Sinica (Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani, Pontificia Università Antonianum di Roma), la mostra si propone di documentare ai massimi livelli qualitativi la produzione artistica di diretta matrice francescana (pittura, scultura, arti suntuarie) dal Duecento al Quattrocento e, nel contempo, di porre in evidenza la straordinaria attività evangelizzatrice dei francescani in Asia, dalla Terra Santa alla Cina, rievocandola anche con oggetti di eccezionale importanza storica e incomparabile suggestione. Tra questi, il corno ritenuto tradizionalmente quello donato al Santo dal Sultano d’Egitto al-Malik al-Kamil nel 1219 a Damietta (Egitto) in occasione del loro incontro e conservato in Assisi nella Cappella delle reliquie della basilica di San Francesco.


Ora godetevi lo spettacolo a schermo intero!

giovedì 4 giugno 2015

La Processione del Corpus Christi a Toledo


Non c'è un'altra processione del Corpus Domini (o Corpus Christi come dicono all'estero) come quella di Toledo (Spagna) in tutto il mondo. Roma compresa. Il Santissimo Sacramento, intronizzato nella spettacolare custodia gotica voluta dal Card. Cisneros, cesellata da Enrique de Arfe e conservata nella Catedral Primada (18 kg d'oro, più argento e altri metalli e pietre preziose), passa per le vie e i vicoli della città primaziale del regno spagnolo, in un tripudio di fede, di tradizione di devozione popolare, scortato dal clero, dalle confraternite, dal popolo e dalle autorità. Una processione che diventa segno di comunione e di unità, cristiana e di unione sociale, anche con significati civili. 
Ecco il video di questa mattina, 4 giugno 2015:

martedì 2 giugno 2015

Padova: In diretta dal Santuario di Sant'Antonio la webcam sulla Tomba


Non solo Fatima, Lourdes o Assisi: come negli altri grandi santuari della cristianità, anche dalla Basilica di Sant'Antonio di Padova, santuario internazionale, una webcam (a cura del Messaggero di Sant'Antonio) trasmette da pochi giorni, 24 ore su 24 le immagini in diretta dalla Tomba del Santo più venerato nel mondo.
Ecco la vostra finestra virtuale sul Santuario Antoniano (per dispositivi Android, scaricare e aprire il sito con Puffin browser per visualizzare video Flash):

domenica 31 maggio 2015

Canti Gregoriani dall'Ufficio e Messa di Sant'Antonio di Padova (rito Romano)

Iniziamo per bene oggi, 31 di maggio, i tredici giorni di preparazione alla festa del nostro Patrono. Questa cosiddetta "tredicina" ricorda il tempo trascorso tra la canonizzazione di frate Antonio, avvenuta a Spoleto il 31 maggio 1232, e la prima ricorrenza liturgica in suo onore, fissata per il giorno della sua morte: il 13 giugno. Ci fu davvero poco tempo, in termini non solo medievali, per far giungere la gioiosa notizia della canonizzazione a Padova e organizzare anche le prime solennità antoniane della storia.
A questo proposito ho trovato su youtube l'intera Messa e buona parte dell'ufficiatura del giorno di Sant'Antonio di Padova in canto Gregoriano secondo il rito Romano (non tutti i testi, dunque, corrispondono a quelli utilizzati dai Francescani nella liturgia propria, che ha il grado di festa, non semplice memoria). Attualmente, comunque, al posto di "Os iusti" come introito, anche il rito romano utilizza "In medio ecclesiae" (come hanno da sempre fatto i frati, in anticipo) perché il Santo di Padova è stato ufficialmente riconosciuto come Dottore della Chiesa da Pio XII nel 1946. L'ordinario della Messa è dal Kyriale XIV, il proprio è quasi tutto dall'ufficio dei Confessori con qualche parte dall'ufficio dei Dottori.
Se vi interessasse invece lo spartito gregoriano dell'ufficiatura francescana "pre-conciliare", potete dare uno sguardo a questa pagina.



Ad Missam
1. Introitus "Os iusti meditabitur" 2:32
2. Kyrie XIV 2:09
3. Graduale "Justus ut palma" 4:25
4. Alleluia "Justus germinabit" 3:18
5. Offertorium "Veritas mea" 1:12
6. Sanctus XIV 1:53
7. Agnus Dei XIV 1:22
8. Communio "Beatus servus" 3:55
9. Ite missa est 0:42

Ad matutinum
10. Ad invitatorium "Fontem sapientiae" Psalmus 94 "Venite, exultemus" 4:16
11. Hymnus "Jesu, redemptor omnium" 3:17

Ad laudes
12. Antiphona "Domine quinque talenta" 0:40
13. Antiphona "Euge serve bone" 0:29
14. Antiphona "Fidelis servus" 0:25
15. Antiphona "Beatus ille servus" 0:37
16. Antiphona "Serve bone et fidelis" 0:23
17. Responsorium brevis Amavit eum Dominus" 1:12
18. Versus "Justum deduxit Dominus" 0:38
19. Antiphona ad Benedictus "Serve bone et fidelis" 0:51

Ad vesperas
20. Responsorium brevis "Os iusti" 1:53
21. Versus "Amavit eum" 0:42
22. Antiphona ad Magnificar "O doctor optime" 3:59
Magnificat
23. Benedicamus Domino 0:55
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...