Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

domenica 7 aprile 2013

La Cattedra di Roma: sotto lo sguardo di s. Francesco e s. Antonio


Oggi pomeriggio tutta l'attenzione è rivolta ancora una volta a Roma, precisamente alla Cattedrale del Santissimo Redentore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista, la Basilica lateranense, prima e più importante delle basiliche romane e "madre spirituale" di tutte le chiese.

La cattedra del Vescovo di Roma è contenuta in questa chiesa, proprio sotto il mosaico del catino absidale. Le figure di questo mosaico sono particolarmente interessanti pensando alla circostanza di Papa Francesco che si insedia sulla Cattedra romana.
Nel mosaico che sovrasta il seggio vescovile troviamo vari santi... e che santi: la Vergine Maria, i santi Pietro e Paolo patroni di Roma, Giovanni Battista ed Evangelista  e sant'Andrea apostolo fratello di Pietro! Ma più piccoline, a destra e a sinistra, troviamo altre due figure, vestite del saio e del cordone francescano: sono proprio san Francesco e sant'Antonio di Padova, che dall'alto del catino absidale guardano giù, al primo Papa che ha preso il nome del fondatore dei Frati Minori. Francesco è il santo che sceglie la povertà volontariamente e la sposa, Antonio è il santo che aiuta i bisognosi che sono sposati un po' troppo e involontariamente a Madonna povertà....
L'uno è esempio, l'altro interces-sore: tutti e due specularmente presenti perché entrambe hanno il Vangelo da mostrare: il Vangelo come sequela di Gesù e somiglianza di Cristo (Francesco), il Vangelo come annuncio di Gesù e pratica concreta del suo messaggio di carità (Antonio).
Si sono "intrufolati" nel mosaico della Cattedrale del Papa grazie ai buoni
uffici di un altro membro dell'Ordine Serafico: quel piccolo Pontefice su cui Maria poggia la mano. E' Niccolò IV, il primo Papa francescano della storia. Anche grazie a lui i due santi "fratelli minori", dal medioevo, vegliano su ogni Pontefice che prende possesso della sua cattedrale. La stessa cattedrale che, in visione, Innocenzo III aveva contemplato sorretta, puntellata, dalle spalle mingherline del Poverello di Assisi. Oggi i "minori" Francesco e Antonio brillano in modo speciale sul loro sfondo dorato per Papa Francesco, un altro Papa religioso e di un Ordine di chierici mendicanti.

1 commento:

Censorina ha detto...

Grazie per questa spiegazione del mosaico.
Paola

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online