Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

venerdì 12 dicembre 2008

Antifone Maggiori. O sapientia (17 dicembre)

Si avvicina la Novena di Natale, ovvero le “ferie privilegiate d’Avvento”, che ci conduce alla festa del 25 dicembre anche attraverso il canto tradizionale della Antifone Maggiori. Dobbiamo ripassarle! Eccovi i relativi spartiti e registrazioni.
Le antifone maggiori sono anche dette antifone O, perché cominciano tutte con il vocativo "O". Si tratta di sette antifone latine proprie della Liturgia delle Ore. Vengono cantate come antifone del Magnificat nei vespri e, dopo la riforma, anche come versetto alleluiatico del Vangelo nella Messa delle ferie dell'Avvento dal 17 al 23 dicembre.
L’origine di queste antifone è probabilmente la Gallia, nel VII sec. Gli appellativi di Cristo con cui ogni antifona si apre sono di derivazione biblica e utilizzati come veri e propri titoli cristologici. Non è un caso, infine, che le lettere iniziali di questi stessi sostantivi, partendo come in un acrostico dall'ultima antifona, formino la frase «ero cras», cioè «Domani sarò qui», quasi una risposta da parte di colui che viene insistentemente invocato, a sottolineare ancora il carattere di attesa proprio dell'Avvento.

Iniziamo con la prima antifona, da cantare il 17 dicembre: O Sapientia. A seguire va eseguito il Magnificat nel modo secondo.



O Sapientia,
quae ex ore Altissimi prodisti,
attingens a fine usque ad finem fortiter,
suaviter disponensque omnia:
veni ad docendum nos viam prudentiae.

O Sapienza,
che esci dalla bocca dell'Altissimo,
ed arrivi ai confini della terra con forza,
e tutto disponi con dolcezza:
vieni ad insegnarci la via della prudenza.




1 commento:

Anonimo ha detto...

ecco:
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/213008
;-)
http://www.avvenire.it/Commenti/editoriale+corradi+antifona.htm
:-O

pax
fav

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online