Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

martedì 26 luglio 2011

Prete malmenato da un parrocchiano (ma forse no...). Che giusta punizione darà il Vescovo di Firenze?

Vari siti e giornali stanno riportando la notizia del prete Italo-argentino del Mugello bastonato da un parrocchiano perché continuava a celebrare la messa in latino. [AGGIORNAMENTO: stanno uscendo versioni ben diverse dell'accaduto, quindi andiamo a leggere anche le nuove fonti segnalateci. Eccole qua.]

Leggete la sintesi della notizia come viene riportata da Libero o dal quotidiano La Nazione:
Firenze, 26 luglio 2011 - La liturgia tradizionalista di un prete mugellano ha causato lo scontento di un parrocchiano che ha aggredito il curato. Le lesioni alla spalla sono state giudicate guaribili in pochi giorni.
Il fatto è successo mercoledì scorso, e la notizia viene riportata oggi sulle pagine di un quotidiano locale. La vittima è il prete italo-argentino don Hernan Garcias Pardo, parroco di San Michele a Ronta, in provincia e diocesi di Firenze.
Il sacerdote, che da tempo veniva contestato da un gruppo di fedeli, perché é tornato a celebrare la messa in rito tridentino, mercoledì è stato aggreditro in canonica davanti alle sorelle e all'anziana madre. Don Garcias Pardo è ricorso alle cure dei medici dell'ospedale di Borgo San Lorenzo. L'aggressore è stato denunciato dai carabinieri per percosse.

Ora, se tutto ciò risulterà vero, a parte la denuncia doverosa ai Carabinieri, bisognerebbe anche ricordare all'autorità ecclesiastica il canone che qui sotto cito:

Can. 1370 - ...§3. Chi usa violenza fisica contro un chierico o religioso per disprezzo della fede, della Chiesa, della potestà ecclesiastica o del ministero, sia punito con una giusta pena.


Siamo, pare, proprio nel caso di percosse fisiche ad un chierico in ragione della sua potestà ecclesiastica o del ministero. Non so bene quale possa essere una "giusta pena" per questo parrocchiano manesco e intollerante del rito antico, ma certamente l' Arcivescovo di Firenze troverà il modo di far sentire la sua autorità pastorale, almeno per ribadire che non va bene picchiare il prete se dice la messa tridentina. E - comunque - non va bene picchiare il prete anche se dice la messa in altri modi, fossero pure di sua invenzione (sentivo già le mani di giovani tradizionalisti che prudevano). I preti non si picchiano e basta.


13 commenti:

Anonimo ha detto...

Un interdetto sarebbe la pena più appropriata...

Anonimo ha detto...

cos'è un interdetto?....

Breggio ha detto...

Penitentia... penitentia... penso che Dante sarà d'ispirazione con una bella penitenza per contrappasso... visto che ha bastonato un prete...

fr. A.R. ha detto...

L'interdetto comporta alcune delle conseguenze della scomunica, senza essere una scomunica:
Innanzitutto è vietato a chi fosse colpito da interdetto:
1) di prendere parte in alcun modo come ministro alla celebrazione del Sacrificio dell'Eucaristia o di qualunque altra cerimonia di culto pubblico;
2) di celebrare sacramenti o sacramentali e di ricevere i sacramenti.

Se l'interdetto è inflitto o dichiarato (cioè è reso pubblico) allora si aggiunge che,
se il il reo vuole agire contro il disposto precedente, deve essere allontanato o si deve interrompere l'azione liturgica, se non si opponga una causa grave.

Quindi se un tale è interdetto non può ricevere i sacramenti e se la cosa è divenuta pubblica e lui o lei ci provassero bisogna allontanarlo o interrompere la celebrazione.

Rontese ha detto...

sono un rontese e conosco i fatti e le persone personalmente. OGNI COSA che è venuta fuori è falsa.non capisco come l'autore del pezzo (tale Pucci Cipriani) possa scrivere valanghe di falsità e gettare fango su una comunità pacifica. Se interessa sapere la verità andate qua:
http://www.okmugello.it/vivere-il-mugello/i-comuni/borgo-san-lorenzo/attualita/4112-parroco-picchiato-a-ronta-la-vera-storia.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+okmugello+(OK!Mugello.+Informazione%2C+affari%2C+social)

http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2011/07/26/551131-basta_messa_latino.shtml

un rontese ha detto...

Anch'io sono un rontese. tutto quello che è stato scritto da quel "giornalista", se così lo possiamo definire, è pura falsità! nessuno è stato picchiato né tantomeno è stato per una messa in latino. Sono gli atteggiamenti del parroco ad essere scandalosi, come il suo rifiuto di donare le offerte di una messa per un prete missionario che ogni anno ci viene a trovare con la motivazione che la prima missione sono lui. Ma non voglio parlare male, perchè già troppe calunnie sono state dette verso un parrocchiano e voi state contribuendo, giudicando per sentito dire, alla loro diffusione.

fr. A.R. ha detto...

Cari rontesi, siamo ben contenti che la vostra vicenda sia ben diversa da come la stampa la presenta. Ci mancherebbe! Il punto è: come mai più fonti diverse hanno tutte la stessa notizia? E a vari giorni dai fatti? C'è evidentemente qualcuno che l'ha messa in giro, perchè non possiamo pensare che i giornalisti locali si inventino di sana pianta le notizie.
Ci sono accuse, ci sono coinvolgimento di carabinieri e, si afferma, di ospedali. Se possibile, controllate ancora meglio e poi riferite agli organi di stampa perchè rettifichino le notizie e - se è il caso - sbugiardino chi vuol mettere in cattiva luce la vostra gente.
Non prendetevela però con chi legge più giornali e, in mancanza di voci critiche precedenti, prende per buone certe notizie tuttora non ufficialmente smentite.

Anonimo ha detto...

Carissimo fr. A.R., le segnalo, a pagina 6 di questo giornale (edizione odierna del 28/07/2011 del Giornale di Reggio), una vicenda a mio avviso sconcertante. La ringrazio, da assiduo lettore del suo blog, dell'aiuto che da a noi giovani nell'apprezzare la bellezza della fede cattolica, bussola indispensabile per discernere la Verità dall'errore.
Suo in Cristo A.

http://archivio.ilgiornaledireggio.it/edicola/

un rontese ha detto...

come il mio compaesano ha indicato, la storia più vera è riportata su quei link. inoltre proprio ieri è apparso un articolo su La Nazione, nella sezione crocana locale, che ha tenuto conto anche della versione del presunto aggressore e rende giustizia all'accaduto (peccato non possa allegarvi qui la pagina in pdf). la lite c'è stata, anche qualche spinta da ambo le parti, ma nessuno è stato picchiato né tanto meno per la messa in latino, che è stata celebrata solo una volta o due. Inoltre c'è da dire che il diverbio non è nato "per disprezzo della potesta ecclesiastica" ma per un volantino affisso del parroco.

DANTE PASTORELLI ha detto...

Credo che male non farebbe leggere quanto da me scritto sul sito Coordinamento Toscano Benedetto XVI. La Messa di S. Pio V, erroneamente indicata dalla Nazione come causa dello scontro, non c'entra per niente. Né la Messa Novus Ordo in latino, visto che il parroco celebra in italiano, salvo l'introduzione di qualche canto in latino come la Salve Regina alla fine della Messa.
Purtroppo l'aggressione c'è stata e ne spiego i particolari assunti da fonti ultra-attendibili.
Il resto lo leggerete nel mio articolo. Ma gli amici fedeli alla Messa Antica la smettano di appigliarsi a ricostruzioni fasulle che stanno facendo il giro del mondo e gettano discredito su chi per il venerando Rito combatte da una vita, ma seriamente. Le notizie prima si verificano e dopo si commentano.

DANTE PASTORELLI - FIRENZE

Anna ha detto...

Questo parroco è riuscito a distruggere decenni di lavoro, ha distrutto una comunità creata dai suoi 2 predecessori.
Io come molti compaesani vado a prendere Messa a Borgo San Lorenzo.Questo prete si sta creando un alone di falsità aiutato dal suo Amico Giornalista

Matteo Naldoni ha detto...

Anke io sono Rontese e metto NOME e COGNOME tanto per essere chiari e senza timore di nulla.....

Qua a Ronta abbiamo GROSSI problemi con questo parroco (ke non stò ad elencare qua perchè sarebbe troppo lunga da spiegare)!!! Ma NESSUNO ha mai picchiato il prete...NESSUNO!!! Basta scrivire tutti questi FALSI articoli su di noi Rontesi a giro per internet...ce ne saranno a decine, tutti uguali ke dicono sempre le solite cose!!!

Dante Pastorelli se è interessato venga qua da noi a intervistare un pò di gente per sapere la VERITA' !!! Non credo abbia verificato come si deve le notizie per poi commentarle......legga l'articolo su www.okmugello.it

Matteo Naldoni ha detto...

PS. e vorrei ringraziare la redazione di questo sito ke vedo ha permesso ad altri miei compaesani di commentare senza censurare/non pubblicare i nostri commenti, come successo in altri siti.....GRAZIE!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online