Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 1 gennaio 2009

L'indulgenza plenaria di fine d'Anno e del 1° Gennaio

Padre Z. ci ricorda che il Manuale delle indulgenze (2004)riporta al num. 26 quanto segue:

26 Preces supplicationis et gratiarum actionis

§ 1. Plenaria indulgentia conceditur christifideli qui, in ecclesia vel oratorio, devote interfuerit sollemni cantui vel recitationi:

hymni Veni, Creator, vel prima anni die ad divinam opem pro totius anni decursu implorandam; vel in sollemnitate Pentecostes;

hymni Te Deum, ultima anni die, ad gratias Deo referendas pro beneficiis totius anni decursu acceptis.

(Si concede l'indulgenza plenaria al fedele che partecipa l'ultimo dell'anno al canto di ringraziamento del Te Deum, e il primo giorno dell'anno al canto del Veni Creator per implorare su tutto il corso dell'anno la divina potenza.)

Naturalmente bisogna anche confessarsi (entro 20 giorni), pregare il Credo, il Pater, Ave e Gloria e altre preghiere secondo le intenzioni del Sommo Pontefice.
"E quali sono queste intenzioni?", vi chiederete. Eccole qua, offerte alla vostra infaticabile preghiere:

Le intenzioni di preghiera del Papa per il Mese di gennaio 2009 che va ad incominciare sono queste:

Generale: Perché la famiglia sia sempre più luogo di formazione alla carità, di crescita personale e di trasmissione della fede.
Missionaria: Perché le diverse confessioni cristiane, consapevoli della necessità di una nuova evangelizzazione in quest'epoca di profonde trasformazioni, si impegnino ad annunciare la Buona Novella e a camminare verso la piena unità di tutti i cristiani, per offrire così una testimonianza più credibile del Vangelo.

VENI CREATOR SPIRITUS
Solista: Roberta Invernizzi (Soprano)
Compositore: Niccolò Jommelli



Veni, creátor Spíritus,
mentes tuòrum vísita,
imple supérna grátia,
quæ tu creásti péctora.

Qui díceris Paráclitus,
altíssimi donum Dei,
fons vivus, ignis, cáritas,
et spiritális únctio.

Tu septifòrmis múnere,
dígitus patérnæ déxteræ,
tu rite promíssum Patris,
sermóne ditans gúttura.

Accénde lumen sénsibus,
infúnde amórem córdibus,
infírma nostri córporis
virtúte firmans pérpeti.

Hostem repéllas lóngius
pacémque dones prótinus;
ductóre sic te prævio
vitémus omne nóxium.

Per Te sciámus da Patrem
noscámus atque Fílium,
teque utriúsque Spíritum
credámus omni témpore.

Deo Patri sit glória,
et Fílio, qui a mórtuis
surréxit, ac Parác1ito,
in sæculórum sǽcula. Amen.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online