Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 26 marzo 2009

Padre Ernesto Caroli: se ne va un grande appassionato di Sant'Antonio

Il giorno 23 marzo Si è spento all'età di 92 anni p. Ernesto Caroli, dei frati Minori di Bologna.
Fu uno dei fondatori dell'Antoniano e dello Zecchino d'Oro, oltre che di opere sociali, caritative e culturali. Tutto nel nome del santo francescano che tanto amava e di cui tantissimo si fidava: Sant'Antonio.
Il suo funerale sarà celebrato domani, 27 marzo, alle 10:30 a Bologna, nella locale Basilica di Sant'Antonio.
Il mio ricordo di padre Caroli è legato particolarmente ai libri da lui curati, soprattutto per l'ambito della diffusione del pensiero dei grandi scrittori francescani, oltre che del santo Fondatore.
Degni di nota i dizionari da lui curati e pubblicati per i tipi del Messaggero di Padova, la casa editrice dei Frati del Santo: Dizionario Francescano, Dizionario Antoniano e Dizionario Bonaventuriano. La collana dei "Mistici Francescani" è un'altra delle monumentali iniziative culturali intraprese dal padre Ernesto. Per finire, non si può dimenticare che anche il volume delle "Fonti Francescane" è edito a cura dell'instancabile Caroli il quale, fin dal 1972, promosse in ogni modo il Movimento Francescano (Mo.Fra.), volto a riuniere e far collaborare tutti i religiosi e laici che si richiamano all'ideale del Poverello di Assisi.
Per conoscere meglio la vita e l'opera a tutto campo di E. Caroli leggete questa intervista

2 commenti:

Caterina63 ha detto...

Un grande santo in più in Paradiso che ci aiuterà in questa valle di lacrime...Dio lo abbia in gloria...

Requiem aeternam dona eis, Domine, et lux perpetua luceat eis. Requiescant in pace. Amen

Anonimo ha detto...

Chi scrive è una persona che porterà sempre nel cuore chi l'ha aiutata senza nulla chiedere in cambio: Padre Ernesto.
Nel 1958 ero povera, anzi poverissima, malata con una figlia di 4 anni e un marito disoccupato.
Vivevo in un garage. Il commendatore Carlo Salizzoni fece presente a Padre Ernesto la situazione disagiata della mia famiglia e lui subito si prodigò per aiutarci.
Dopo poco tempo ci diede le chiavi di un appartamento in via Bonafede 39 a Bologna, una casa che aveva fatto costruire per aiutare i più bisognosi. Ci raccontava che aveva fatto tanti sacrifici per procurarsi i soldi per poterla realizzare, era andato anche a raccogliere ferri vecchi.
Gli sarò sempre grata, lo porterò sempre nel cuore e come lui Padre Benedetto e Padre Gabriele.
Questi sono i "Grandi uomini".
Sono sicura che dal cielo continuerà ad aiutare chi ha bisogno di lui.
Grazie Padre Ernesto! Ci mancherà il tuo sorriso!
Bruna Bonantini
Margherita Mattarozzi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online