Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

lunedì 12 ottobre 2009

Ancora sui canti francescani: l'introito della messa delle Stimmate

Il canto che vi propongo è l'introito (anche nell'attuale Missale Romano-Seraphicum) della Messa delle Stimmate di San Francesco. Per la Chiesa Universale esso si usa anche nella festa di San Francesco (4 ottobre), mentre i francescani, essendo grande solennità, hanno adottato il "Gaudeamus omnes...sub honore beati Patris Francisci".
Il testo paolino di questo introito è Gal 6,14: "Quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo". Questo testo lo troviamo utilizzato anche  per il santo martire Ignazio di Antiochia. La festa delle Stimmate è, dunque, assimilata alla celebrazione del martirio di Francesco. Il versetto è invece preso dal Sal 141(142),2: "Con la mia voce al Signore grido aiuto, con la mia voce supplico il Signore", ben adatta a ricordare il clima di sofferta preghiera del Santo sul Monte della Verna prima di ricevere i sigilli di Cristo.
Ho trovato su YouTube questa recentissima interpretazione che vi posto insieme allo spartito preso dal Graduale.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online