Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 16 ottobre 2008

16 ottobre 1978: 30 anni fa si apriva l'era di Giovanni Paolo II

Esattamente trent'anni fa come oggi, 16 ottobre, si affacciava per la prima volta dal balcone di san Pietro il Papa polacco, Karol Wojtyla, divenuto Giovanni Paolo II. Un pontificato lungo, il secondo della storia, 26 anni e 5 mesi (9.665 giorni). Un pontificato ricco non solo di governo e dottrina, ma di novità nell'esercizio del ministero petrino. Il Papa dei giovani ha inventato le Giornate mondiali della Gioventù per stare più vicino ai ragazzi e alle ragazze. Il Papa globe trotter ha visitato ogni angolo del pianeta per "farsi tutto a tutti" e dire con la sua presenza che la Chiesa è vicina ad ogni uomo (come insegna Gaudium et Spes).
"Giovanni Paolo II era il papa del buonumore: lavorando con lui si rideva". Ha detto così a Sky Tg24 Joaquin Navarro Valls, ex-direttore della sala stampa della Santa sede e vaticanista del canale All news. "Avere buonumore - ha proseguito Navarro - alla sua età, con tutti i vari problemi di salute che aveva sulle spalle, era un segno chiaro di santità". La sola cosa che lo faceva veramente arrabbiare ha concluso il vaticanista era "se un essere umano, che sia donna, uomo o bambino, occidentale o orientale, veniva calpestato e umiliato fisicamente e/o moralmente. Anzi l'umiliazione gli pareva una bestemmia". Questo perché "credeva molto nelle parole della 'Genesi'" in cui si dice che Dio fece l'uomo a sua immagine e somiglianza. "Papa Woytyla aveva una capacità comunicativa immediata, fin dal giorno della sua elezione. La storia è cambiata grazie a lui - ha proseguito Navaro Valls - e la sua caratteristica più bella era l'autenticità"; non recitava cioè un ruolo, ma "diceva solo quello che voleva dire".

Papa forte e politicamente roccioso. Papa di fede incrollabile e profonda, che però negli anni per malattia e stanchezza, non è sempre stato in grado di circondarsi di collaboratori fidati, e ha lasciato non poche pesanti eredità al suo successore....ma fortunatamente il suo successore era un suo grade amico. Di quelli sinceri.
Che esempio formidabile per i giovani di oggi: due attempati ottuagenari si sono dati il cambio sul soglio di Pietro.. Venivano da paesi diversi, in guerra quando loro erano adolescenti, ma fratelli e amici in Cristo e a servizio a tempo pieno della Chiesa sua sposa.

Grazie Gesù per Papa Giovanni Paolo II. Grazie Gesù per il Papa.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online