Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

sabato 17 luglio 2010

Ancora sul caso del pastore olandese Paul Vlaar: il suo "pane di sant'Antonio"

Leggendo il sito della Parrocchia olandese di San Vittore (nome che in Italia fa subito pensare al carcere di Milano, più che ad un luogo di culto...), per documentarmi sulle imprese del "pastore" Paul Vlaar, che recentemente è stato sospeso dal suo vescovo per la messa-arancione in supporto della nazionale di calcio dei Paesi Bassi, ho trovato varie notizie e tante, tante foto, che raccontano i momenti salienti della parrocchia. Innanzitutto ho capito che il don in questione è un fanatico di calcio (tanti preti lo sono, ma di solito fuori dell'altare, lui invece no!). Dall'insieme, poi, si arguisce che la concezione di padre Vlaar della liturgia è: spettacolo. E ci sa fare. E' un organizzatore di eventi liturgici memorabili, che fanno parlare e discutere, e attirano tanta gente curiosa. Un successo dietro l'altro. Per esempio a settembre 2009 ha invitato a predicare la conduttrice televisiva e apostola della chirurgia plastica Marijke Helwegen, che predicò contro i pregiudizi e a favore della pace e fratellanza. Padre Paul riconosceva che questo è un tantino fuori delle leggi liturgiche, ma vuoi mettere che colpo di scena! Altra gustosa (è il caso di dirlo) celebrazione si organizza a Obdam per la festa di sant'Antonio. Il 13 giugno, dunque, nella sua zona si celebra in modo particolare in onore dei panettieri: anche in Olanda - evidentemente - c'è il "pane di Sant'Antonio". Padre Paul spiega ai suoi fedeli la tradizione delle preghiere al Santo con l'offerta del pane per i poveri. Cosa bella e lodevole. Poi in stola ARANCIONE-olandese d'ordinanza (lo stesso parato che ha usato per la messa sacrilega), ha proceduto alla benedizione del panino farcito più lungo del paese, naturalmente in onore di Sant'Antonio. E ha anche emesso pubblicamente un suo voto (anche questo alquanto ridicolo): "Caro amico sant'Antonio, fai avere un posticino in finale alla squadra Olandese. Che cosa prometto? Non pane, no. Ma tompoezen. Se saremo in finale, l'11 luglio, domenica, dopo la messa delle 10 (quella che gli è costata cara), prometto tompoezen all'arancia e caffè per tutti". 
Per i non-olandesi posto la foto dei Tompoezen all'arancia. Chi è che disse: "se non hanno pane, mangino brioches"?..
Penso che il sacerdote abbia mantenuto il suo voto. E infatti sant'Antonio ha fatto andare in finale l'Olanda. Il patto si fermava qui, dopotutto...

Ecco le foto del 13 giugno, "festa dei fornai", con tanto di gonfalone. Coro e parroco in arancione-liturgico.
Benedizione - molto seria - del Panino extralungo:
Festa dei fornai in onore di Sant'Antonio gustata dal popolo:

Altre foto istruttive sulla pastorale di padre Paul le troviamo sempre ben ordinate ed esposte sul sito della Parrocchia. Qui, per esempio, la benedizione degli animali dei cacciatori. Cosa lodevole - direte voi -, certo, ma serve che i cani e i gatti affollino il presbiterio???

Ma il top lo si raggiunge nell'album fotografico delle Prime Sante Comunioni del 2009. Un bellissimo spettacolo, con i bambini, candele, puzzle, canti ecc. C'è davvero di tutto, uno splendore. Mancano solo le foto della Prima santa Comunione dei bambini. Anche se tutti pensavano fosse l'occasione. Speriamo non si siano dimenticati di distribuire l'Ostia santa, con tutto lo spettacolo che c'era da portare avanti.

E, per finire, padre Vlaar a colloquio con Papa Benedetto, davvero elegante la cravatta e il completo, proprio adatto all'occasione:

"Santità le ho portato i tulipani dall'Olanda...". " Brafo, Brafo, però la pvossima folta, porta anche il clergyman. Capiten?"

5 commenti:

bedwere ha detto...

La talaren e` anche mevio. :-)

Maria ha detto...

Bellissima la battuta finale! L'olandese sarà un grande organizzatore di spettacoli, ma non è simpatico come lei ;)

Angelo ha detto...

WOW! COmplimenti.
IO vorrei vederci questo panino qui ( http://www.paninodautore.it/?p=822 ) di quella lunghezza! :D

Cesare ha detto...

Non capisco le battute di spirito bonarie come queste. Il problema è grave e diffuso al di là degli episodi di un parroco olandese stupidino

Anonimo ha detto...

Cesare, non ha ancora capito che senza un po' di umorismo, su questa terra non sopravviviamo più?
Certo, la faccenda è molto, troppo seria... Ma credo che il Padre Eterno di senso dell'umorismo ne abbia tanto per riuscire così bene a sopportare gli uomini, ormai da millenni...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online