Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 26 agosto 2010

Madre Teresa: a cent'anni dalla nascita della Santa di Calcutta. Un turbine di iniziative per ricordarla in tutto il mondo

Le suore hanno scritto: buon compleanno Madre, sulla tomba della Beata Teresa di Calcutta
Sono numerosissime le iniziative che oggi si susseguono in tutto il mondo, per marcare il giorno centenario della nascita di una bambina che sarebbe diventata "Madre Teresa", la mistica dei poveri, la missionaria cattolica più popolare del XX secolo.
Nata da genitori di etnia albanese, originari del Kosovo, la beata Teresa di Calcutta verrà ricordata il 26 agosto a Skopje, nella Repubblica ex jugoslava di Macedonia, con una sessione del Parlamento macedone, cui seguirà la presentazione del Premio nazionale “Madre Teresa”. Nel pomeriggio, una Santa Messa solenne sarà presieduta alle 18 nella Cattedrale del Sacro Cuore da mons. Stanislav Hočevar, Arcivescovo di Belgrado, cui farà seguito l’apertura della mostra del fotografo croato Zvonimir Atietić, presso la Casa Memoriale “Madre Teresa”. Le celebrazioni in Macedonia proseguiranno fino alla fine del 2010.
In Albania, un pellegrinaggio nazionale è stato promosso il 26 agosto presso la Cattedrale di Vau-Dejës, in diocesi di Sapa, che sarà dedicata a Madre Teresa con una liturgia eucaristica presieduta da mons. Rrok Kola Mirdita, Arcivescovo di Durres-Tirana; concelebreranno il Nunzio Apostolico in Albania, l'Arcivescovo Ramiro Moliner Inglés e l’intero episcopato locale.
Il Kosovo, che ha proclamato il 2010 “Anno di Madre Teresa”, festeggerà la beata il 5 settembre, giorno della festa liturgica, dedicandole una chiesa-santuario a Pristina; il tempio è stato iniziato nel 2003 per volontà del Vescovo Sopi e del Presidente Rugova e completato sotto il Vescovo Dodë Gjergji, attuale Amministratore apostolico del Kosovo.
A Roma, il Cardinale Angelo Comastri, Vicario Generale di Sua Santità per lo Stato della Città del Vaticano, presiederà una Santa Messa nella Basilica di San Lorenzo in Damaso, alle ore 19.00, cui parteciperanno le congregazioni religiose e le comunità di vita contemplativa fondate dalla beata, presenti a Roma, insieme ai volontari, ai benefattori e agli ospiti accolti nei conventi romani. La celebrazione è preceduta dall’inaugurazione di una mostra fotografica dal titolo “Beata Teresa di Calcutta, vita, opere, messaggio” allestita presso il Palazzo della Cancelleria.
In occasione della festa liturgica, le iniziative spirituali si svolgeranno nella Chiesa di San Gregorio al Celio, con la veglia di preghiera di sabato 4 e la liturgia eucaristica di domenica 5 settembre officiata dal Cardinale Ivan Dias, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli.
Liturgie e novene sono previste in altre città italiane – Torino, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Reggio Calabria, Palermo, Cagliari - ed europee, tra cui Parigi, Madrid, Barcellona, Copenaghen, Monaco di Baviera.
In India, dove Madre Teresa giunse nel 1929 e dove ha trascorso gran parte della sua esistenza, le celebrazioni iniziano il 17 agosto con una novena in tutte le parrocchie dell’arcidiocesi di Calcutta, sede della Casa Madre delle Missionarie della Carità, dove il centenario verrà aperto il 26 agosto con una celebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Telesphore Toppo, Arcivescovo di Ranchi.

Le ferrovie indiane hanno deciso di lanciare un apposito treno intitolato “Mother Teresa” proprio oggi, 26 agosto: lo ha reso noto Mamata Baneriee, ministro federale per le ferrovie. I vagoni del treno verranno dipinti in assonanza con l’abito religioso delle Missionarie della carità, l’ordine fondato dalla suora. Il ministro ha voluto “nascondere” il viaggio del treno per il giorno dell’inaugurazione, annunciando però che esso collegherà “importanti destinazioni del Paese”.

Inoltre alla Beata di Calcutta è già intitolato un film festival, che raggiunge quest'anno la terza edizione, e propone pellicole ispirate alla vita, al carisma e al messaggio di Madre Teresa. Si apre oggi il Mother Theresa film festival con un’edizione in grande stile per quest’appuntamento del centenario: grazie alla collaborazione di Signis – l’associazione internazionale dei media cattolici – il festival sarà infatti itinerante. Dopo la prima tappa a Calcutta la manifestazione girerà per tutta l’India ed è a disposizione per essere ospitata anche in altri Paesi. Sono complessivamente quindi­ci i film e documentari dedicati a Madre Teresa che verranno proiettati presso il multisala del West Bengal Government Film Center. Grazie al sostegno di alcuni sponsor l’ingresso sarà libero e le porte dei cinema saranno dunque aperte a chiunque (un bel regalo per i poveri che tanto amano la Madre). «Il nostro unico obiettivo – ha spiegato il direttore del festival Sunil Lucas – è rendere omaggio e far conoscere Madre Teresa, la sua opera e la sua missione, per promuovere attraverso il cinema il suo messaggio di amore, di compassione e di pace».
Al Mother Teresa Film Festival sarà presente anche Madre Teresa, la fiction realizzata dalla Lux Vide per la Rai nel 2004 con la regia di Fabrizio Costa e Olivia Hussey nei panni della fondatrice delle Mis­sionarie della carità.

Sempre restando in ambito “istituzionale”, anche gli Usa e il Canada omaggeranno la suora dei poveri: oggi il Peace Bridge sul fiume Niagara, che unisce la città statunitense di Buffalo con quella canadese di Fort Erie verrà illuminato con luci bianche e blu, anche qui per ricordare il sari della suora dei poveri. “Uno stupendo omaggio” lo ha definito il vescovo di Buffalo, mons. Edward U. Kmiec, che ha promosso questa iniziativa insieme al suo “collega” canadese Wayne Kirkpatrick.

A New Delhi, un fitto programma di eventi, che include un simposio sulla beata Madre Teresa e due spettacoli di danza e teatro, è previsto tra il 23 e il 31 agosto, su iniziativa della Conferenza episcopale dell’India (CBCI) e con il concorso dell’UNESCO. Nella stessa capitale federale si terrà inoltre la commemorazione pubblica, sabato 28 agosto, alla presenza del presidente indiano Pratibha Devisingh Patil; nella circostanza verrà ufficialmente presentata la moneta dedicata alla religiosa dallo Stato indiano, che ha voluto proclamare il 26 agosto “Giornata nazionale degli orfani”, in riconoscimento della sollecitudine di Madre Teresa per le piccole vittime della solitudine e dell’abbandono

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online