Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

venerdì 8 novembre 2013

Missale Romanum cum lectionibus: tutto online il messale con lezionario latino di Paolo VI


Un enorme dono si aggiunge in questi giorni alle altre risorse liturgiche già disponibili in rete. E' stato digitalizzato e messo in internet, a disposizione di tutti, il "Missale Romanum cum lectionibus" cioè il Messale Romano quotidiano (I edizione) provvisto di lezionario in latino, in quattro volumi. Un'opera degli anni '70, esaurita da tempo, ma che farebbe tanto comodo avere a chi vuole studiare approfonditamente la riforma liturgica e le traduzioni, non solo dell'eucologia, ma altresì di tutta la liturgia della Parola nella Messa.
Dobbiamo tributare, perciò, un altro grosso applauso di gratitudine alla Jean de Lalande Library per questo sforzo di scannerizzazione delle 7,777 pagine (numero perfettissimo!). Chi volesse può anche sostenere economicamente le attività liturgiche e musicali di questo ramo della benemerita Corpus Christi Watershed.
Qui di seguito tutti i file da scaricare sul vostro PC per avere a disposizione i PDF di questo mastodontico e meraviglioso lavoro:


+  PRIMO VOLUME • Pages 1-733   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   PRIMO VOLUME • Pagg. 733-1273   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   PRIMO VOLUME • Pagg. 1273-1983   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   SECONDO VOLUME • Pagg. 1-613   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   SECONDO VOLUME • Pagg. 613-1305   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   SECONDO VOLUME • Pagg. 1305-1932   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   TERZO VOLUME • Pagg. 1-739   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   TERZO VOLUME • Pagg. 739-1303   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   TERZO VOLUME • Pagg. 1303-2031   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   QUARTO VOLUME • Pagg. 1-575   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   QUARTO VOLUME • Pagg, 575-1189   (Missale Romanum cum lectionibus)

+   QUARTO VOLUME • Pagg, 1189-1831   (Missale Romanum cum lectionibus)


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sign. Cantuale, ho visto su Twitter che lei ha citato, in risposta a chi diceva che "dire che i poveri sono carne di Cristo è pericoloso", sant'Agostino e san G. Crisostomo. Vorrei segnalarle anche san Leone Magno che in continuità con il Vescovo di Ippona scrive:

“Non enim aliud agit participatio corporis et sanguinis Christi, quam ut in id quod sumimus transeamus; et in quo commortui, et consepulti, et conresuscitati sumus, ipsum per omnia et spiritu et carne gestemus”.
Traduzione:
“Altro non opera infatti la partecipazione del corpo e del sangue di Cristo se non trasformarci in ciò che prendiamo, e una volta che in lui anche noi siamo morti, e sepolti, e resuscitati, lo portiamo dappertutto con lo spirito e con la carne”.
Grazie. Pace e bene.

Anonimo ha detto...

Scusi, ho dimenticato la fonte: Papa Leone Magno, Sermone LXIII,7.

A.R. ha detto...

Grazie mille all'anonimo commentatore per l'utile contributo!

Anonimo ha detto...

"Considerate bene chi sono i poveri nel vangelo e scoprirete la loro dignità: essi hanno rivestito il volto del Signore. Nella sua misericordia egli ha donato loro il suo proprio volto". (San Gregorio di Nissa)

"L'altare vero è composto dalle membra del Cristo, dal corpo stesso del Cristo: è più solenne di quello delle chiese costruito con pietre. L'altare fatto di pietre diventa santo per la vicinanza del corpo di Cristo; l'altare fatto di poveri è già santo perché è il corpo stesso di Cristo. Questo altare fatto di poveri lo incontrate in ogni luogo, nelle strade e nelle piazze pubbliche, e potete sacrificare su di esso ad ogni ora. Ogni volta che vedete un povero che crede ricordatevi che sotto i vostri occhi avete un altare da rispettare, non da disprezzare". (San G. Crisostomo)

"Sulla terra Cristo è indigente nella persona dei suoi poveri. Bisogna dunque temere il Cristo del cielo e riconoscerlo sulla terra: nella terra egli è povero, in cielo è ricco. Nella sua stessa umanità è salito al cielo in quanto ricco, ma rimane ancora qui tra noi nel povero che soffre". (Sant'Agostino)

Pace e bene.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online