Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

martedì 17 giugno 2008

Il papa desidera che la messa antica entri nella normalità della vita liturgica

Il card. Castrillon Hoyos, presidente della Pontificia commissione Ecclesia Dei ha rivolto un discorso alla Latin Mass Society a Londra il 14 giugno. Un discorso forte di assoluto sostegno alla diffusione del rito gregoriano (la messa tridentina) cultimato in un passaggio di straordinario interesse, che la dice lunga sulla "strada liturgica" da percorrere:

"Lasciatemelo dire con franchezza: il Santo Padre vuole che l'uso antico della messa diventi una circostanza comune nella vita liturgica della Chiesa, in modo tale che tutti i fedeli cristiani - giovani e anziani - possano diventare familiari con i riti antichi e attingere alla loro tangibile bellezza e trascendenza.
Il Santo padre desidera questo sia per ragioni pastorali sia per ragioni teologiche. Nella sua lettera che accompagnava Summorum Pontificum, Papa Benedetto ha scritto che:
"Nella storia della Liturgia c’è crescita e progresso, ma nessuna rottura. Ciò che per le generazioni anteriori era sacro, anche per noi resta sacro e grande, e non può essere improvvisamente del tutto proibito o, addirittura, giudicato dannoso. Ci fa bene a tutti conservare le ricchezze che sono cresciute nella fede e nella preghiera della Chiesa, e di dar loro il giusto posto"."

L'intervento originale in inglese lo trovate qui:
http://thenewliturgicalmovement.blogspot.com/2008/06/full-text-of-cardinal-castrillon-hoyos.html

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online