Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

giovedì 2 agosto 2012

La verità su Medjugorje: la chiarezza di Don Andrea, esempio per tutti i preti

Ho recuperato solo oggi, quasi per caso, (forse ispirato da Santa Maria degli Angeli) questo chiarissimo video-messaggio di Don Andrea Caniato (del 19 luglio), che specifica - testi e documenti ecclesiali alla mano - le questioni gravi che ruotano attorno al "fenomeno di Medjugorje", secondo la verità finora riconosciuta dalla Chiesa.
Questo comporta - ribadiamolo - che nessuno, fosse pure prete o conduttore radiofonico, può in nessun modo presentare come autentiche le presunte rivelazioni private che sono asserite ripetersi da decenni, a partire dalle pertinenze della parrocchia di San Giacomo di Medjugorje, per poi estendersi praticamente dovunque viaggino i presunti veggenti. 
Ringraziamo Don Andrea di Bologna per la concisione e precisione del suo messaggio, che offre un vero servizio di verità ai fedeli, troppo spesso sballottati da emozioni o da interessati organizzatori di "pellegrinaggi" a luoghi che NON sono santuari. Potete consigliare questo video e farlo conoscere. Il messaggio è - in sintesi - tutto ciò che un buon prete dovrebbe sapere, conoscere e riferire - allo stato attuale - a proposito delle pretese visioni e apparizioni della Gospa.
Per approfondire la conoscenza dei documenti presentati, potete far riferimento a questo articolo. Per conoscere nel dettaglio la questione di Medjugorje, dal punto di vista documentale, storico e scientifico, potete informarvi su questo sito.

18 commenti:

Andrea Carradori ha detto...

Bel video di una chiarezza e fermezza senza precedenti !
Ho linkato l'articolo, con il video, particolarmente a due Sacerdori i quali, non so per quale motivo reale, ultimamente hanno preso la strada intrapresa da tempo da un'emittente radiofonica.
I "frutti" si vedono : di fronte ad un indiscusso aumento di preghiera compaiono i sintomi catastrofistici e millenaristici e anche, guarda caso, una certa "sfiducia" per l'operato della Santa Sede ...
Da tempo nei supermercati della mia terra compaiono volantini di pellegrinaggi a Mediugorje e aumentano coloro che nel nome di Mediugorje fanno proselitismo sbandieranno conversioni clamorose e miracoli...
Non parliamo poi di raccolte fondi ... degli oggetti benedetti a e da Mediugojie ecc ecc
Che il Signore ci aiuti !
Andrea Carradori

Anonimo ha detto...

Questo è un bel blog, ahimè il redattore è ostile a Medjugorie, e su questo argomento difficilmente si è sereni: gli animi si agitano e la ragione si ottunde. Io penso che ciascuno possa pensarla come vuole a riguardo, chi cerca appigli per limitare questa libertà di pensiero a me pare un po' inquietante.

Antonino ha detto...

No caro anonimo, non è proprio così. Lei si sbaglia proprio. L'errore non ha alcun diritto, e c'è poco da inquietarsi. Chi non vuol mettere alla prova dei fatti ciò che crede ciecamente, non è un buon cristiano, è un fideista. Il fideismo irrazionale è già stato condannato nel 1870, dal Concilio Vaticano I.
Perciò non è proprio il caso di dire "penso che ciascuno possa pensarla come vuole a riguardo", qui non si tratta di "libertà di pensiero" nel senso di "opinione", ma di pretese apparizioni e di asseriti messaggi dal cielo. Ora: la Chiesa ha il diritto e dovere di difendere i fedeli dalle menzogne, perché altrimenti chiunque può dire: "la Madonna dice così e cosà". La ragione si ottunde in chi non sta a ciò che è provato dalla scienza e dal buon senso, oltre che dalla duplice e conforme sentenza che della Chiesa diocesana e della conferenza episcopale, per cui nei fatti di Medjugorje non c'è niente che possa essere definito di origine soprannaturale.

Anonimo ha detto...

Il fideismo è una astrazione filosofica e teologica, nella realtà esiste solo come linea tendenziale. Di fatto ognuno ha delle ragioni per credere quello che crede. Saranno poi ragioni vere o false, cioè ragioni o pseudoragioni. Che si tratta di errori è certo, è incontrovertibile? Non può essere altrimenti? A me non pare, dunque chi ha buone ragioni per crederci ha tutti i motivi, non è certo su questi punti che si gioca la fede. Piuttosto chi si spende così tanto contro Medjugogrje mi sembra sospetto.

Andrea Carradori ha detto...

Buona domenica a tutti!
L'Anonimo delle 22,13 del 4 agosto con il suo scritto riflette un "vizio" tutto italiano : cadere nella partigianeria, pro o contro qualcuno o un gruppo o un'idea.
Un cristiano può e deve essere "partigiano" solo della verità !
La verità ce la può donare solo la Santa Madre Chiesa.
In questo spazio del blog si parla solo della correttezza dell'informazione cattolica su questo o su quell'argomento.
Per esempio sui fenomeni di Medjugorje gruppi, parrocchie, giornali e emittemti pubbliche o priovate stanno avendo un comportamento in linea a quanto Santa Madre Chiesa prevede e prescrive ?
Tutto qua.
Non mi pare che riaffermare, repetita iuvant, le norme della nostra Madre Chiesa diventi partigianeria per questo o per quello.
Altrimenti torniamo alla caccia ai cattolici dei vari Enrico VIII, dei rivoluzionari francesi e via , via fino a Lenin, Hitler e Stalin... e robaccia simile.

Anonimo ha detto...

E sì, chi ne vuole parlare bene è libero di parlarne bene, perché avrà i suoi buoni motivi; chi ne vuole parlare male invece è sospetto (evidentemente non può avere i suoi buoni motivi).
Ecco un modo elegante e furbo per fare in modo che se ne parli solo bene.

Anonimo ha detto...

Eh no, il sofisma è il suo, o buon omonimo anonimo. Quel che mi scoccia non è che se ne parli male: ognuno la pensi come vuole. Non mi va giù però che si voglia imporre a chi ne pensa bene di pensarne male o di tacere. A me questo atteggiamento che invoca - a sproposito - la verità per imporsi sul prossimo e sulla sua coscienza sembra impositivo e violento. Intesi?

Anonimo ha detto...

No, no. Il sofisma è e resta suo. E' ovvio e normale e giusto che chi ne pensa bene ne parli bene (e dia a ciò che pensa il nome di verità) e chi ne pensa male ne parli male (e dia a ciò che pensa il nome di verità).
Quelle che sono inaccettabili sono le offese personali a chi la pensa diversamente.
Ma si tranquillizzi: le aggressioni verbali, le offese personali, la demonizzazione, attuata quotidianamente - e finanche radiofonicamente - nei confronti di chi critica Medjugorje sono solo mie fantasie.

vincenzo bianchi ha detto...

Gentile Direttore. Leggo solo oggi il Vs articolo che fa riferimento a mons. Caniato; del quale non molto tempo fa scrissi un articolo dopo l'uscita del video. Mi permetta di proporlo ai Suoi lettori (ridotto, ovviamente, per ragioni di spazio). L'articolo diceva così:

"Poco tempo fa un canonico della Chiesa di Bologna, mons. Andrea Caniato, ebbe il coraggio di parlare su queste pseudo-apparizioni (Medugorje) in modo attento e perfettamente in linea con la Chiesa.
...Quando venni a conoscenza del video scrissi al direttore di Radio Maria chiedendo se intendesse commentare pubblicamente quanto asserito dal canonico. Mi fu risposto:

“Sono idee personali di un prete, non in armonia con le Direttive della S. Sede…” ".

Non credo di dover aggiungere altro se non che sono molto preoccupato per la nostra amata Chiesa...

L.C.

vincenzo bianchi ha detto...

Ad Anonimo del 4 agosto. Chi ha interesse a non affrontare la verità? Tutti coloro che hanno da guadagnarci dalla menzogna, dico io. Non credi?
Se la libertà di cui parli è quella di accettare come soprannaturale Medugorje, senza se e senza ma, allora la coscienza la possiamo mettere da parte. E dire la verità (provata) non va contro nè la Chiesa nè la Madonna.
Purtroppo in questo luogo si sono dette bugie fin dall'inizio e quando sono state rivelate si è cercato di coprirle gridando all'untore. I vari Tomislav, Jozo, Slavko... sono gli esempi più eclatanti.
Nella zona già negli anni 90 si diceva che a Medugorje c'erano tre montagne: il Potbrodo, il Krisevac e il denaro accumulato dai frati del luogo. Io posso parlare perchè là ci sono stato da credente. Mi sono documentato e ho visto!

Alfredo ha detto...

Il messaggio di Mirjana del 2 gennaio 2013, contiene la frase:"Figli miei, pregate per i pastori. Che le vostre labbra siano chiuse ad ogni condanna, perché non dimenticate: mio Figlio li ha scelti, e solo Lui ha il diritto di giudicare ".Invece nel messaggio precedente di Ivan Dragicevic del
21.06.1983, "Mio figlio attende il vescovo”, si trova questa frase :"Se non si converte o corregge lo
raggiungerà il mio giudizio e quello del mio figlio Gesù."
Se le traduzioni non sono sbagliate (ma in internet sono visibili i manoscritti originali), qui mi pare che siamo di fronte a una contraddizione evidente.O sbaglio? Grazie a chiunque possa contribuire alla risposta.

Lara Zana ha detto...

Caro Alfredo, quanto da te scritto il 23 maggio è già stato motivo di interrogazione presso uno dei più accaniti sostenitori del 'fenomeno Medugorje': p. Livio Fanzaga. Non sei il primo infatti che ha notato questa contraddizione. Anzi, tutti i lettori onesti, a conoscenza della cosa, avrebbero dovuto annotare il forte contrasto... Sì. Tutti meno p. Livio!
Infatti a quella interrogazione non rispose mai.

Anonimo ha detto...

Quale sarebbe la contraddizionE? Ma la leggete la Bibbia?

Vincenzo bianchi ha detto...

Anonimo, la Bibbia è come una corda di violino. Lo sapevi? Ci puoi suonare tutto quello che vuoi. Ma solo la Chiesa ha lo spartito. Fattelo dare.

Alfredo ha detto...

Caro anonimo, se io dicessi che nessuno ha il diritto di giudicarti, tranne Gesù, e poi ti giudicassi io, non avresti nessun problema a cogliere la contraddizione, vero ? A meno che io non sia Gesù! Così è per i messaggi suddetti : o Gesù e Maria sono la stessa Persona, o c'è un'evidente contraddizione. Anche l'evidenza però è negabile da chi non vuole vedere...

Anonimo ha detto...

Sul tema Medjugorje, ognuno ha la sua opinione. Tuttavia, un viaggio di quattro/cinque giorni da quelle parti glielo consiglio, tanto per parlare con cognizione di causa: o ha paura di cambiare opinione?.
Carlo

Anonimo ha detto...

da cattolica penso che medjugorje sia una truffa colossale (non ditemi di andarci perchè lìho già fatto).

Luca ha detto...

la falsità dei veggenti è palese basta guardare il tutto con gli occhi del Vangelo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...