Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Condividi

domenica 19 giugno 2011

La Trinità e la sua immagine umana nel pensiero di Sant'Antonio di Padova

Come nel denaro è impressa l'effigie del re, così nell'anima nostra è impressa l'immagine della Trinità. Dice il salmo: «È impressa su di noi, Signore, la luce del tuo volto» (Sal 4,7). E la Glossa commenta: O Signore, la luce del tuo volto, cioè la luce della grazia, con la quale viene reintegrata in noi la tua immagine, per la quale noi siamo simili a te, è impressa in noi, cioè è impressa nella ragione che è la potenza superiore dell'anima: è per essa che noi siamo simili a Dio; è in essa che è impressa quella luce, come un sigillo sulla cera.
   Per volto di Dio s'intende la nostra ragione, perché come attraverso il volto uno viene riconosciuto, così per mezzo dello specchio della ragione si conosce Dio. Però questa ragione è stata deformata dal peccato dell'uomo, e quindi l'uomo ha perduto la somiglianza con Dio: ma poi con la grazia portata da Cristo la somiglianza è stata ripristinata. Infatti l'Apostolo dice: «Rinnovatevi nello spirito nella vostra mente» (Ef 4,23). Questa grazia per la cui opera viene rinnovata l'immagine che era stata creata, qui è chiamata luce.
   Considera che l'immagine è triplice: l'immagine della creazione, nella quale l'uomo è stato creato, cioè la ragione; l'immagine della ricreazione (nuova creazione), con la quale viene ricostituita l'immagine creata, cioè la grazia di Dio che viene infusa nella mente da rinnovare; l'immagine della somiglianza, per la quale l'uomo è stato fatto ad immagine e somiglianza di tutta la Trinità: per la memoria è simile al Padre, per l'intelligenza al Figlio, per l'amore allo Spirito Santo. Dice infatti Agostino: «Che io ti ricordi, che io ti comprenda, che io ti ami». L'uomo è stato fatto ad immagine e somiglianza di Dio: immagine per la conoscenza della verità, somiglianza per l'amore alla virtù. Quindi la luce del volto di Dio è la grazia della giustificazione, di cui viene insignita l'immagine creata. Questa luce è tutto e il vero bene dell'uomo, con il quale viene come contrassegnato, come il denaro lo è con l'effigie del re.
(S.Antonio, Sermoni, Dom. XXIII post Pent. §10)

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...