Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

venerdì 30 maggio 2008

Ordinazione di donne? Scomunica riservata alla Santa Sede.

Entra "immediatamente in vigore", cioè oggi 30 maggio, il decreto pubblicato ieri dalla Congregazione per la Dottrina della Fede che commina la scomunica "latae sententiae" a qualunque vescovo conferisca gli ordini a una donna e a qualunque donna riceva gli ordini sacri (quindi anche il diaconato). Dobbiamo sottolineare la novità assoluta di questo passo, che viene applicato direttamente sia alla chiesa di rito latino (regolata dal Codice di Diritto Canonico), sia alle chiese orientali (sottoposte al Codice dei Canoni delle Chiese Orientali). Attenzione: non viene scomunicato chi dà o colei che riceve il sacerdozio, ma qualunque ordine, quindi anche il diaconato. Questo pone un precedente che orienta anche la questione a lungo dibattuta della sacramentalità dell'antico ordine del diaconato femminile e comunque porrà problemi non solo con gli anglicani, ma anche con gli ortodossi (alcune chiese ritengono, anche se non lo praticano, il diaconato femminile mai abolito).
Nonostante le teorie teologiche possibiliste (vedi questo articolo della rivista CredereOggi) la Santa Sede ha risolto diversamente la questione, che, al lato pratico, era in realtà già ben difesa. Il problema ecumenico che si apre, a meno che non si chiarisca che questo documento si applica solo ai due gradi sacerdotali dell'ordine, non è comunque piccolo. Fermo restando che ogni chiesa può stabilire suoi criteri per l'ammissione agli ordini, non dovrebbe però rendere oggetto di scomunica ciò che non è ancora stato dichiarato essere o no ammissibile (il diaconato), che la chiesa antica praticava (in una forma o in un'altra) e anche vere chiese locali (benchè non in comunione con Roma) ancora praticano. La tradizione ha tempi più lunghi e più meditati del diritto. Così, benchè del contenuto non possa che rallegrarmi, della forma mi trovo a preoccuparmi e un po' a dolermi.

Evidentemente questa mossa drastica della Congregazione è per ribadire e chiarire una volta per tutte che le sedicenti "pretesse" e "vescovesse" cattoliche, che se ne vanno in giro in Europa e nord America a millantare il loro rango (ricordate le ordinazioni fluviali di Christine Mayr Lumetsberger e Gisela Forster?), tali non sono e non vanno ritenute. Fine della questione.

Congregazione per la Dottrina della Fede
Decreto generale
circa il delitto di attentata ordinazione sacra di una donna

La Congregazione per la Dottrina della Fede, per tutelare la natura e la validità del sacramento dell'ordine sacro, in virtù della speciale facoltà ad essa conferita dalla suprema autorità della Chiesa (cfr can. 30, Codice di Diritto Canonico), nella Sessione Ordinaria del 19 dicembre 2007, ha decretato: Fermo restando il disposto del can. 1378 del Codice di Diritto Canonico, sia colui che avrà attentato il conferimento dell'ordine sacro ad una donna, sia la donna che avrà attentato di ricevere il sacro ordine, incorre nella scomunica latae sententiae, riservata alla Sede Apostolica.
Se colui che avrà attentato il conferimento dell'ordine sacro ad una donna o se la donna che avrà attentato di ricevere l'ordine sacro, è un fedele soggetto al Codice dei Canoni delle Chiese Orientali, fermo restando il disposto del can. 1443 del medesimo Codice, sia punito con la scomunica maggiore, la cui remissione resta riservata alla Sede Apostolica (cfr can. 1423, Codice dei Canoni delle Chiese Orientali).
Il presente decreto entra immediatamente in vigore dal momento della sua pubblicazione su L'Osservatore Romano.

WILLIAM CARDINALE LEVADA
Prefetto

ANGELO AMATO, S.D.B.
Arcivescovo titolare di Sila
Segretario


1 commento:

Reginadelgraal ha detto...

Vergognoso! E' ora di buttare nel baratro questi medievali dogmi discriminatori! Prima del concilio di Nicea le donne potevano prendere il sacerdozio. Per la Chiesa cattolica la donna è sempre stata paragonabile ad un animale e non sto esagerando (vedi Santa Inquisizione e Case Magdala)! Amen!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online