Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 17 luglio 2008

10.000 giovani francescani sulla spiaggia di Sydney

Fra Stan FortunaIeri pomeriggio (orario australiano) 10 mila ragazzi e ragazze della Gioventù francescana - associzione giovanile collaterale all'Ordine Francescano Secolare - si sono dati appuntamento sulla famosa Bondi Beach di Sydney per stare insieme, in letizia e amicizia.

A due passi dalla villa di Nicole Kidman, dunque, in mezzo a questa folla di giovani multicolore, si è esibito frate Stan Fortuna (foto a lato), un rapper dei Francescani Renewal, originario del Bronx a New York, che ha già inciso oltre 15 dischi ottenendo un buon successo. I giovani della Gmg lo hanno accolto con calore e entusiasmo, sorprendendo i non pochi surfisti che ogni giorno e con qualunque tempo affrontano le onde della spiaggia più famosa d'Australia.

Potenza di internet! I ragazzi francescani hanno già riempito il TUBO (youtube) dei loro video girati col telefonino: eventi di appena 6-7 ore fa sono in linea! E' davvero la prima GMG multimediale globale:






Vi traduco accorciandolo il pezzo di oggi di David Brooks sul giornale australiano News.com.au

Tonache al posto dei costumi da bagno a Bondi Beach

Pellegrini cattolici sfidano le acque gelide e frati francescani, vestiti del loro semplice saio marrone, diventano star da concerto rock, mentre folle di devoti si raccolgono sulla più famosa delle spiagge di Sydney: Bondi Beach

Oltre 215 mila le persone, per la maggior parte giovani cattolici, che hanno raggiunto Papa Benedetto XVI a Sydney questa settimana per la Giornata Mondiale della Gioventù, e la città si sta abituando all’inatteso.

E questo era evidente a Bondi Beach, dove dozzine di gruppi di pellegrini hanno piantato le loro bandire nella sabbia dorata di una spiaggia più famosa per l’edonismo e la tintarella estiva in topless che per i festival cristiani invernali.

Un gruppo di pellegrini dall’Emirato del Qatar ha passato la maggior parte del suo tempo a spiegare che paese rappresentasse la loro bandiera. Eppure i giovani provenienti da questo stato Musulmano, per la maggior parte lavoratori filippini immigrati, dicevano di essere orgogliosi di rappresentare il loro paese adottivo. Patrick C. Manahat ha detto: “In Qatar abbiamo la sabbia dello stesso colore, per questo siamo stati attirati dalla spiaggia e siamo scesi qui.

Centinaia di giovani turisti si sono diretti verso le acque gelide, sommandosi alle folle di regolari surfisti locali, vestiti delle loro mute antifreddo.

Kerri Hickey, diciottene americana del New Jersey, voleva poter dire al suo ritorno di aver nuotato in una delle più famose spiagge del mondo.

“L’acqua è pulita ma è freddissima”
Gli abitanti del luogo, avvolti nelle loro giacche e cappelli, guardavano con meraviglia e stupore a questi nuotatori

Intanto nel parco vicino alla spiaggia, i frati francescani tonache marroni e cordoni legati in vita si affrettavano a metter sistemare tutto il necessario al concerto rock da tenersi in serata.

“Non ho mai fatto nulla del genere” ammetteva fra Mario Debattista di Sydney, facendo notare che il lavoro principale dei frati è aiutare i poveri. “Ma c’è Stan che canta”. Si riferiva a Stan Fortuna, un francescano di New York, che diffonde il messaggio cristiano attraverso il rap e la musica jazz.
Questi francescani, relativamente fuori-del-mondo, non sono però totalmente ignoranti del potere del “merchandising”: la vendita dei gadget. Sono in vendita delle magliette con scritta “Sono stato alla GMG australiana” e sul retro si legge “e ho passato proprio un buon tempo francescano”.

Video di Stan Fortuna su You Tube:
http://youtube.com/watch?v=kgZbP8nddhU

Il video di invito dei frati australiano per il festival francescano:


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online