Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

domenica 3 gennaio 2010

3 Gennaio: Santissimo Nome di Gesù

Oggi 3 Gennaio e II domenica dopo Natale si ricorda in entrambe le forme del rito Romano il Santissimo Nome di Gesù. Devozione antica, anzi: anticotestamentaria, al Nome Santo di Dio, che diventa per i cristiani il nome di Gesù, cioè: Salvatore.
Nel Martirologio Romano, questa memoria è così definita: «Santissimo Nome di Gesù, il solo in cui, nei cieli, sulla terra e sotto terra, si pieghi ogni ginocchio a gloria della maestà divina». Sono parole tratte dalla Lettera ai Filippesi (2,9-11).
Questa devozione, molto prima che venisse presa a cuore da Sant'Ignazio e dai Gesuiti, è divulgata dai Francescani. Ne parla naturalmente sant'Antonio (sulla scorta del grande Papa Innocenzo III), ma il più attivo nel  predicare il Nome di Gesù sarà San Bernardino da Siena. Egli inventa anche il trigramma IHS inscritto nel sole a 12 raggi, per simboleggiare il nome di Gesù (IHS = Iesus Hominum Salvator, Gesù Salvatore degli uomini) che irradia luce e calore attraverso l'opera dei 12 apostoli, cioè della Chiesa.

Ecco un breve passaggio del Santo Dottore di Padova sul significato e sulla virtù del Santissimo Nome (dal Sermone della Circoncisione del Signore):
«E gli fu posto nome Gesù» (Lc 2,21). Nome dolce, nome soave, nome che conforta il peccatore, nome di beata speranza. Giubilo al cuore, melodia all'orecchio, miele alla bocca. Piena di giubilo, la sposa del Cantico dei Cantici dice di questo nome: «Olio sparso è il tuo nome» [Profumo olezzante è il tuo nome](Ct 1,2).
E fa' attenzione che questo nome di Gesù non è detto soltanto «olio», ma olio «sparso». Da chi? E dove? Dal cuore del Padre, nel cielo, sulla terra e nell'inferno. In cielo per l'esultanza degli angeli, che perciò acclamano esultanti: «Salvezza al nostro Dio, seduto sul trono, e all'Agnello» (Ap 7,10), cioè a Gesù, che è chiamato «Salvezza, Salvatore»; sulla terra per la consolazione dei peccatori: «Al tuo nome e al tuo ricordo si volge tutto il nostro desiderio. Di notte anela a te l'anima mia» (Is 26,8-9); nell'inferno per la liberazione dei prigionieri, infatti si dice che, prostrati alle sue ginocchia, abbiano gridato: «Sei venuto finalmente, o nostro Redentore!»... (Breviario Romano, antico Ufficio dei defunti)…
Questo dunque è il nome santo e glorioso «che è stato invocato sopra di noi» (Ger 14,9), e non c'è altro nome - dice Pietro - sotto il cielo, nel quale sia stabilito che possiamo essere salvati (cf. At 4,12).
Per la virtù di questo nome ci salvi Dio, Gesù Cristo nostro Signore, che è benedetto sopra tutte le cose nei secoli dei secoli. Amen

3 commenti:

ChristeEleison ha detto...

"Oggi 3 Gennaio e II domenica dopo Natale si ricorda in entrambe le forme del rito Romano il Santissimo Nome di Gesù."

Buono e misericordioso frate A. R., che glissa con indulgenza sulla cancellazione postconciliare e sulla solo recentissima ripresa ...

fr. A.R. ha detto...

Per non prendere lodi indebite, ricordo che nel Calendario Romano-Serafico seguito dai francescani, il 3 Gennaio è sempre rimasta la festa del Santissimo Nome di Gesù.

M. Elena Francesca Ascoli op ha detto...

Ricordiamola forza del Nome di Gesù

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online