Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

giovedì 25 novembre 2010

La melodia dell'inno gregoriano d'Avvento con le parole in Italiano

La melodia dell'inno d'Avvento Conditor alme siderum, che si canta anche con le parole En clara vox, testo tipico della Novena di Natale, ed evidentemente si adatta benissimo con le strofe mattutine di Vox clara ecce intonat (inno delle lodi da cui proviene En clara vox, possiede però anche una melodia propria), è insomma una musica talmente bella e tradizionale della liturgia romana del tempo dell'Attesa che è davvero un peccato non sentirla cantare più spesso.
Per molti il problema insormontabile pare essere la lingua latina, la quale ancora si presenta come un tabù in parecchie parrocchie italiane. Per venire incontro con condiscendenza ai pii desideri di quanti, almeno, cercano di recuperare le melodie gregoriane, propongo il seguente testo in italiano, che si adatta perfettamente alla musica tradizionale. I canti di Avvento semplici e popolari sono pochi. Questo può venire in aiuto per mettere in circolazione un nuovo/antico canto. Una volta imparata bene la melodia, resa familiare e assimilata, anche le parole latine potranno tornare più facilemente. Infatti il testo che vi presento è una libera traduzione ritmica di En clara vox, molto pregevole e certo migliore di quello che l'anno scorso avevo segnalato. 



Grida una voce agl' uomini,
a Dio convertitevi;
il Suo regno è in mezzo a noi,
dall'alto splende ormai Gesù.

Ecco l'Agnello viene a noi,
per cancellare il debito,
chiediamo con le lacrime,
perdono a Dio Altissimo.

Il Creator dei secoli,
discende in mezzo agli uomini,
si incarna per redimere
l'umanità colpevole.

Celeste grazia riempì
Maria, la Purissima,
e il seno duna Vergine
portò un mistero altissimo.

Nel suo cuore umile
Iddio volle scendere:
intatta, semprevergine,
diventa madre di Gesù.

Onore, lode, gloria
al Padre e all'Unigenito,
con il Divino Spirito,
nei secoli dei secoli. Amen




Originale:
En clara vox redárguit,
obscúra quaeque pérsonans,
procul fugéntur sómnia,
ad alto Jesu prómicat.

Et Agnus ad nos míttitur
laxáre gratis débitum,
omnes simul cum lácrymis
precémur indulgéntiam.

Beátus Áuctor saéculi
servíle corpus índuit,
ut carne carnem líberans,
ne pérderet quos cóndidit.

Castae Paréntis víscera
caeléstis intrat grátia
venter puéllae bájulat
secréta quae non nóverat.

Domus pudici péctoris
Templum repénte fit Dei,
intácta, nésciens virum,
concépit alvo Fílium.

Deo Patri sit glória,
Eiusque soli Filio,
cum Spíritu Paráclito
In saéculorum saécula. Amen.


Scarica qui il File MIDI con la melodia

Coro di bambini che cantano questa melodia sia in latino che in inglese:



fonte del testo: www.parrocchiacristoredentore.it/novenaparr.html

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online