Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

lunedì 18 marzo 2013

Non solo Ratzinger e Scola: anche Bergoglio è amico di CL. Continuità di idee e di persone

Nonostante esimi vaticanisti e insospettabili uomini di Chiesa facciano a gara a chi contrappone con più vigore Papa Francesco a Papa Benedetto, cercando di tirare dalla propria parte il nuovo Pontefice per la mantellina bianca (visto che non si è ancora abituato alla mozzetta - forse il Papa aspetta quella estiva tanto cara a Giovanni Paolo II il Grande, che la usava anche in inverno?), spuntano dagli archivi molto capienti della Rete continue prove della vicinanza ideale ed ecclesiale dei due Papi e di quello che non senza cattiveria oggi dicono che sia entrato Papa in conclave per uscirne cardinale, l'arcivescovo di Milano Scola. Ratzinger.
Ecco l'ultima prova che tante supposte opposizioni sono poco credibili: il ricordo affettuoso dell'allora Cardinal Bergoglio per Don Giacomo Tantardini, guida spirituale di Comunione e Liberazione dopo la morte di Giussani, direttore prima del Sabato e poi di 30Giorni e confessore del fondatore. Il Card. Ratzinger fece un memorabile funerale a Don Giussani, a Milano in piazza Duomo. Il Card. Bergoglio ricorda con commozione  uno dei più ascoltati successori (spirituali) del Gius - prematuramente scomparso - con un articolo sul mensile 30Giorni del maggio dell'anno scorso (2012). Mostra così un'intensa condivisione del suo carisma personale e vicinanza al movimento. Interessante anche la foto a corredo del pezzo scritto da Bergoglio: una liturgia dove si nota lo stile celebrativo semplice che sa però commisurarsi alle situazioni e non disdegna "ciò che passa il convento". La foto è scattata nella Basilica romana di San Lorenzo fuori le mura (cliccare sopra la foto per ingrandire).
A questo link troverete l'intero numero 5/2012 del mensile di CL in formato PDF, il pezzo e le foto iniziano da pag. 37. And here you will find the same issue of 30Giorni in English.


PS. Stefano mi invita a precisare che il presidente di CL è Don Julian Carron, mentre Tantardini era responsabile della comunità a Roma. Come dico sopra intendevo parlare del suo peso "spirituale", che in Italia è stato ed è ancora sicuramente molto rilevante nel movimento e non solo.

3 commenti:

Massimiliano G. ha detto...

Sinceramente sarei lieto se mi spiegasse padre.
Non riesco a capire il senso dell'articolo.
Cosa c'entra il fatto continuità, oppure il fatto amicizia.
CL legittima il papa o l'inverso?
Vorrei capire, ma non per polemica, ma solo per curiosità.
La seguo sempre e i suoi post sono sempre stati semplici da capire, ma questo per me è proprio criptico.
Non è pensar male nè insinuare, ma sembra siia scritto solo per "chi può capire".
I miei più cordiali saluti, auspicando oltre la risposta, anche la sua benedizione.

fr. A.R. ha detto...

Sì Massimiliano hai ragione, è scritto per chi "deve" capire... :-)))

Dave Welf Masters ha detto...

Si legga l'articolo di Antonio Socci, valente apologeta e giornalista, sul suo blog Lo Straniero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online