Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

sabato 25 maggio 2013

La Trinità: Principio, Bellezza e Beatitudine nel commento di s. Antonio di Padova


In quel tempo disse Gesù ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre», ecc. (Gv 15,26)...
Si dive notare anzitutto che in questo brano evangelico viene proclamata espressamente la fede nella santa Trinità. Dal Padre e dal Figlio viene mandato lo Spirito Santo: queste Tre divine Persone sono una sola sostanza e perfette nell'uguaglianza. Unità nell'essenza e pluralità nelle Persone. Il Signore rivela chiaramente l'Unità della divina sostanza e la Trinità delle Persone, quando dice: Andate e battezzate tutte le genti, nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo (cf. Mt 28,19). Dice appunto: «nel nome», e non «nei nomi», per indicare l'unità della sostanza. E con i tre nomi che aggiunge, indica che sono «Tre Persone».
Nella Trinità è il principio ultimo di tutte le cose, la bellezza perfettissima e la suprema beatitudine. Per «principio ultimo», come dimostra Agostino nella sua opera La vera religione, s'intende Dio Padre, dal quale sono tutte le cose, dal quale sono il Figlio e lo Spirito Santo. Per «bellezza perfettissima» si intende il Figlio, cioè la verità del Padre, per nulla diverso da lui; bellezza che con lo stesso Padre e nello stesso Padre adoriamo, che è forma di tutte le cose, da un solo Dio create e ad un solo Dio ordinate. Per «suprema beatitudine» e «somma bontà» s'intende lo Spirito Santo, che è dono del Padre e del Figlio; dono che noi dobbiamo adorare e credere immutabile insieme con il Padre e il Figlio.
In riferimento alle cose create, intendiamo la Trinità in una sola sostanza, vale a dire un solo Dio Padre dal quale proveniamo, un unico Figlio per mezzo del quale esistiamo, e un solo Spirito Santo nel quale viviamo; vale a dire: il principio al quale ci riferiamo, la forma, il modello al quale tendiamo e la grazia con la quale veniamo riconciliati.
(Sermoni di Sant'Antonio, Domenica VI dopo Pasqua, §3)

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online