Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

sabato 29 giugno 2013

Canto di ingresso semplice per la festa dei Santi Pietro e Paolo

Le solennità non di precetto, come quella dei Santi Pietro e Paolo, quando cadono nei giorni feriali tendono ad essere un tantino trascurate, soprattutto per quanto riguarda il canto, spesso ripetitivo. Il Graduale Simplex, composto per volere dei Padri del Vaticano II, avrebbe - nelle intenzioni - il compito di fornire semplici canti appropriati alle diverse celebrazioni, da eseguire quando non sia possibile avere cori o scholae ben preparate. L'introito per i Santi Pietro e Paolo, in questo Graduale semplificato (pag 282), è un'antifona dei vespri intercalata con un salmo (è indicato il salmo 18, tipico delle feste degli apostoli) nel tono VII c2.

Non ho trovato una registrazione professionale; quella che vi propongo è un po' carica di fruscii, perché in presa diretta. Rende comunque l'idea del canto che dice: "Il Signore ha mandato il suo Angelo e mi ha liberato dalla mano di Erode". Si riferisce all'esperienza di san Pietro tenuto in catene ma scarcerato dall'angelo che lo riconduce alla comunità dei cristiani (come il canto del Graduale Romanum "Nunc scio vere" che si basa sullo stesso versetto di At 12,11):


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online