Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

mercoledì 18 febbraio 2015

Mercoledì delle Ceneri: Rinnoviamoci e ripariamo al male


Il rito dell'imposizione delle ceneri sarebbe accompagnato anche oggi dal testo del responsorio seguente, che difficilmente avrete modo di ascoltare, se non su YouTube (e nella Messa del Papa, naturalmente! Come anche l'antifona "Immutemur" si sente di rado nel suo giorno...)
Mediamo il contenuto di questo canto, che si sposa con l'invito tradizionalmente espresso dal sacerdote a ciascuno: "Ricordati che sei polvere, e in polvere tornerai".

Emendemus in melius 

Emendemus in melius
quae ignoranter peccavimus,
ne subito praeoccupati die mortis
quaeramus spatium poenitentiae
et invenire non possumus.
Attende, Domine, et miserere,
quia peccavimus tibi.

V. Adjuva nos, Deus salutaris noster,
et propter honorem nominis tui libera nos

*Attende, Domine, et miserere,
Quia peccavimus tibi.
[cf Bar 3,2]
Rinnoviamoci, e ripariamo al male
che nella nostra ignoranza abbiamo fatto,
perché non ci sorprenda la morte
e non ci manchi il tempo di convertirci.
Ascoltaci, Signore, pietà di noi,
contro di te abbiamo peccato.
[Sal 78,9]
V. O Dio della nostra Salvezza, vieni in nostro aiuto
e per la gloria del tuo nome salvaci, o Signore.

* Ascoltaci, Signore, pietà di noi,
contro di te abbiamo peccato.

Lo ascoltiamo nella intensa composizione di William Byrd, musicista inglese della seconda metà del XVI secolo, che pur cattolico fu maestro di cappella della protestante regina d'Inghilterra Elisabetta I che non volle privarsi del suo genio compositivo, pur nel tempo delle persecuzioni contro i "papisti".

Qui lo spartito in PDF da scaricare

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online