Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

lunedì 1 febbraio 2010

Sant'Antonio va in Sri Lanka

I Cattolici Srilankesi di entrambe le etnie (cingalesi & tamil) sono molto (ma molto assai) devoti di Sant'Antonio. Ogni anno affollano il santuario Padovano, soprattutto il 1° maggio, in occasione del pellegrinaggio degli immigrati dallo Sri Lanka in Italia (6-7 mila persone). Questo evento è il più grande raduno al mondo di Srilankesi fuori della loro patria.
Quest'anno, per marcare i festeggiamenti del 175° anniversario dell'erezione del Santuario Nazionale dedicato a Sant'Antonio nello Sri Lanka, il lungimirante e amato arcivescovo Malcom Ranjith, che ben conosciamo in Italia come ex segretario della Congregazione per il Culto Divino, ha organizzato una visita delle reliquie del Santo nell'isola di Ceylon dal 5 al 18 marzo.
E' un momento particolare per gli abitanti dello Sri Lanka. Finita la guerra al terrorismo delle Tigri Tamil, conclusasi la successiva campagna elettorale per le elezioni presidenziali, si apre ora un tempo di riconciliazione nazionale e di rilancio. La Chiesa locale - avveduta - sa che la visita di Sant'Antonio può essere un momento religioso intenso e un importante occasione di catechesi sulla concordia e la pace.
Il Santo dei miracoli, Santo dei poveri e dei dimenticati, farà di certo la sua parte nel portare speranza e unità a questo paese dell'Asia, nel nome di quel Gesù Bambino che Antonio dovunque porta sempre con sé: Parola fatta carne per la salvezza del mondo.
Il programma della visita è già presente nel sito dell'Arcidiocesi di Colombo. Grazie fin d'ora a quanti vorranno unirsi nella preghiera per questa importante e delicata missione.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online