Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

martedì 16 novembre 2010

Confraternite alla riscossa: la tradizione a colori

Ho trovato un bel video sul canale Vaticano a proposito del recente Cammino delle confraternite d'Italia a Roma (domenica 14 novembre). Sono oltre un milione i fedeli (sacerdoti, consacrati/consacrate e laici) aderenti alle migliaia di confraternite italiane: si tratta senza dubbio del maggior movimento ecclesiale presente nella nostra Chiesa, silenzioso, laborioso e purtroppo ancora soggetto a pregiudizi da parte di clero illuminato e cattolici troppo "adulti". Probabilmente perchè il movimento confraternale non è nato negli anni '70 di questo secolo, non è frutto dell'ultimo Concilio....e mostra anzi, inconfutabilmente, come i laici - nonostante la pubblicistica contemporanea - siano stati fin dall'oscuro medioevo protagonisti della vita ecclesiale locale, attraverso movimenti associazionistici di dimensione anche notevoli, imbevuti delle diverse spiritualità attinte in particolare agli ordini religiosi e ai loro santi fondatori.
Le più antiche confraternite tuttora in attività hanno circa 700 anni (alcune pure di più), sono state fucine di santità e di vocazioni sacerdotali fino ad oggi. Hanno unito preghiera e carità concreta fin dal loro sorgere, edificando splendidi oratori, efficienti ospedali o altre opere di misericordia. Mi pare che proprio questa concretezza manchi a parecchi degli attuali movimenti ecclesiali, molto incentrati sulla formazione dei membri, ma poco inclini a prendersi cura delle necessità dei poveri del territorio.
Le confraternite, con il loro lato folkloristico e il loro attaccamento alle tradizioni religiose non disgiunte dalla pratica della carità, mostrano con la forza incontestabile dei fatti, che non si deve essere per forza secolarizzati per farsi evangelicamente presenti nella società.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online