Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

sabato 23 giugno 2012

L'affetto per sant'Antonio nella piccola comunità cattolica di Mosca

A Mosca, e in Russia in generale, i cattolici sono pochi, dispersi e di tantissime lingue, provenienze e nazioni. Ma quando è ora di pregare e mostrare il loro attaccamento ai santi non sono secondi a nessuno. Così il 13 giugno, nella minuscola cappellina del convento di San Francesco dei Frati Minori conventuali, si assiepa la comunità cattolica (e non solo...): giovani, fedeli, amici, simpatizzanti per festeggiare Sant'Antonio di Padova, che anche lì fa tanti miracoli. La celebrazione, come vedete nel video, è semplice ma curata nei dettagli, facendo capire l'amore che questi nostri fratelli cristiani hanno per il culto divino e la pietà popolare. Un saluto fortissimo ai confratelli di Russia (sperando di poterli presto tornare a trovare) e non facciamogli mancare la preghiera per la loro testimonianza in questo avanposto francescano, che grazie a Dio e ai suoi santi cresce come il piccolo seme portando già i suoi frutti vocazionali. Qui il sito internet dei Frati in Russia.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Le racconto un fatterello di famiglia. Più di trent'anni fa mio padre aveva deciso di fare un viaggio di vacanza in Russia, e dico in quella Russia,in cui andavano in pochi. Una settimana prima era di passaggio a Padova e si recò da sant'Antonio. Visitando la chiesa vide su un banco un pacchetto di santini e subito gli venne un'idea. Prese il pacchetto e se lo mise in tasca. Avrà fatto un'offerta,suppongo. Arriva il viaggio in Russia,Mosca,S.Basilio e .. Il monastero santuario di Zagorsk. Mentre la guida accompagnava il gruppo nella chiesa del monastero, lui tirò fuori il pacchetto di santini di sant'Antonio e cominciò a distribuirlo alle persone che erano in preghiera. Subito ci fu un correre per avere il santino,che ognuno baciava con tante parole incomprensibili forse di preghiera forse di ringraziamento,e in pochi secondi il pacchetto era sparito. Se ci fosse stato un poliziotto nei paraggi, a mio padre poteva succedere qualcosa di male. E invece ,forse grazie a sant'Antonio, tutto finì bene. "ho preso dove c'era e ho portato dove non c'era",commentava sornione sempre mio padre. Da anni mio padre non c'è più,spero che sant'Antonio lo abbia accolto bene.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online