Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

lunedì 3 giugno 2013

"Dedit mihi Dominus linguam": antifona di comunione per sant'Antonio dal proprio francescano

Un'antifona di comunione tratta dal proprio dei Frati Minori per la festa di Sant'Antonio di Padova. Il communio che qui presento è contenuto nel Graduale Romano-Seraphicum (vedi qui per scaricare tutto il testo). Anche nel Missale Romanum 1962 è contenuta una messa propria di Sant'Antonio, con le antifone tipiche dell'Ordine francescano, tra cui Dedit mihi; la si trova nella sezione "pro aliquibus locis". Per il 13 giugno sono invece proposte le preghiere proprie, con l'indicazione di prendere il resto dal formulario per i Dottori della Chiesa (di cui Antonio fa parte).
Il testo di questo canto è preso dal Libro del Siracide 51,22 (nella Vulgata: Ecclesiasticus 51,30), e recita: Dedit mihi Dominus linguam mercedem meam: et in ipsa laudabo eum (Il Signore mi ha dato una lingua come ricompensa, e con essa lo loderò).
E' evidente il collegamento antoniano, soprattutto in quest'anno del 750° anniversario della scoperta della lingua incorrotta del Santo di Padova: la lingua su cui si è posata la Parola di vita e che è stata strumento del Vangelo non va perduta, ma loda in eterno il suo Signore. 
Qui di seguito potete vedere l'immagine dello spartito gregoriano e il video con lo studio dell'antifona che mi ha mandato gentilmente il caro Giovanni Vianini, per farcela ascoltare:




Un'altra antifona famosa in onore di sant'Antonio predicatore del Vangelo, è: "O lingua benedicta", il cui testo è una preghiera di san Bonaventura da Bagnoregio, pronunciata nell'atto di scoprire tra le reliquie di sant'Antonio, nel 1263, la lingua incorrotta di lui, morto da più di 30 anni. Qui trovate la musica e lo spartito.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online