Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Condividi

sabato 20 novembre 2010

La "nascita" dei cardinali: qualche commento e foto dal Concistoro vissuto dal vivo

Carissimi amici, sono appena tornato da un'intensa giornata di celebrazione e festeggiamenti per la "nascita" dei nuovi cardinali. Di loro ormai sapete tutto e avete letto di tutto. Vi riporto, quindi, solo alcune foto scattate di persona in Basilica prima e al ricevimento a cui il Card. Ranjith ha avuto la bontà di invitare anche il sottoscritto. 
Piazza San Pietro questa mattina alle 8 era già gremita: tutti a formare un'enorme coda per entrare in Basilica. I fortunati possessori di biglietti gialli e bianchi, però potevano dirigersi per la navata centrale fino al transetto... ma chi stava davanti all'altare godeva di una migliore visuale. I neocardinali sono arrivati alla spicciolata e 10 minuti prima dell'inizio della celebrazione, in processione si sono recati ai loro posti. All'altare papale li attendevano gli altri cardinali.
Il Papa, puntualissimo, ha fatto il suo ingresso in Basilica alle 10.30: pareva non solo sorridente, ma anche in ottima forma. La fanfara dalla loggia delle benedizioni interna ha sottolineato, come è costumanza (anche questa ripristinata), l'arrivo del Papa e dei suoi cardinali. Il card. Amato ha tenuto un indirizzo di omaggio al Santo Padre alquanto scontato, e in alcuni punti un po' irritante, come quando ha citato non solo le diverse provenienze geografiche ma anche la "diversa estrazione sociale" a cui appartengono i cardinali. E io mi chiedevo: "ma che c'entra se uno è figlio di minatori e l'altro di banchieri?".... Ottimo il canto delle letture, pesantuccia - come sempre - la cappella Sistina che vedeva dirigere il suo nuovo Maestro. A proposito del coro della Cappella Sistina è degno di menzione un particolare: quando il Papa ha annunciato la creazione dell'ultimo dei cardinali della presente informata, Sua Eminenza mons. Domenico Bartolucci, i coristi sono scattati in piedi ad applaudire di gusto: sia i grandi che i piccini applaudivano il loro "direttore perpetuo".
Molto acclamati anche i cardinali africani e in modo del tutto particolare mons. Malcom Ranjith, che con la sua umiltà ha potuto toccare con mano quanti amici ha in Italia e non solo in Sri Lanka.
Vi posto qui sotto alcune foto della preparazione, attesa, celebrazione del Concistoro, e nell'album online potete trovare anche le foto meno religiose, ma fraterne e festose, del ricevimento popolare - SriLanka-style - che l'arcivescovo di Colombo ha voluto allestire per i suoi amici e parenti (e come vedete dalle foto anche per gli ospiti buddhisti e non cattolici: un cardinale veramente ecumenico).
 Mons. Marini controlla che tutto sia in ordine
 entrano i coristi
Mons. Ravasi passa sul "red carpet" e saluta come una star 
Tettamanzi lo segue ma più defilato e affabile con i suoi preti
E qui sotto la sfilata dei neo-porporati, a partire dal Card. Amato




 notate lo sguardo sornione e compiaciuto di Burke
 solennità ieratica
 Ravasi nel nascondimento



 Il buon arcivescovo di Colombo
 Yoda?...pardon Sgreccia
Il maestro perpetuo, unico non vescovo della compagnia. A 93 anni ha chiesto la dispensa dall'episcopato! Invece l'ottuagenario Brandmüller si è fatto ordinare sabato scorso in Germania.
 Il Papa
 il segretario
 il coro plaudente

4 commenti:

Caterina63 ha detto...

Bellissime foto grazie! ^__^
scommetto dunque che stavi insieme a padre Enzo Poiana.... ^__^ salutamelo, è stato il mio parroco per 7 anni ^__^
(dagli il mio nome di battesimo però, Dorotea ^__^)

Anonimo ha detto...

Peccato, 23 umiltà e 1 vanagloria!

Anonimo ha detto...

Auguri a tutti!!!!

giovanni graceffa ha detto...

e finalmente la Sicilia ha di nuovo un Cardinale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online