Cerca nel blog (argomenti, singole parole o frasi):

Caricamento in corso...

Condividi

martedì 31 gennaio 2012

Candelora: festa cristiana e tentazioni di neopaganesimo per il benessere materiale

Cercando ispirazioni sulla festa della Presentazione del Signore al Tempio, con il suo bel contorno di tradizioni legate alla luce e alle candele, mi sono imbattuto per caso in questo video che vi allego. Parla la maga Ornella Brunelli e spiega un rituale celtico (!) per propiziare nella notte tra l'uno e il due febbraio, "energie" per il benessere economico e materiale, a suon di candele. Un rito druido precedente di 2000 anni la venuta di Cristo!


E' davvero interessante (ma dà i brividi) il tentativo di paganizzare o ri-paganizzare le feste cristiane, un segno eloquente della problematica tenuta dell'evangelizzazione nello stesso calendario popolare, che pare disgregarsi e ripiombare in una significazione non certo dei misteri di Cristo, ma neppure primordial-comunitario, quanto di natura magico-individualista, ben in linea con le esigenze del "consumatore religioso" di oggi.

Meglio riascoltare e meditare con Giovanni Vianini, "mago" del gregoriano su YouTube, l'introito della Festa della Presentazione del Signore: Suscepimus Deus. Nella Forma Ordinaria questo canto non c'è se la Messa del giorno è preceduta dalla tradizionale benedizione delle candele e processione prevista per questa ricorrenza liturgica.


Ps 47, 10-11 Suscépimus, Deus, misericórdiam tuam
in médio templi tui:
secúndum nomen tuum, Deus,
ita et laus tua in fines terræ:
justítia plena est déxtera tua.
Ps. ibid., 2. Magnus Dóminus, et laudábilis nimis:
in civitáte Dei nostri, in monte sancto ejus.

Abbiamo accolto, o Dio,
la tua misericordia in mezzo al tuo tempio.
Come il tuo nome, o Dio, così la tua lode
si estende ai confini della terra:
di giustizia è piena la tua destra.
Grande è il Signore e degno di ogni lode:
nella città del nostro Dio, sul suo monte santo.




2 commenti:

Andrea ha detto...

In una raccolta di canti vedo un'antifona che si chiama "Ecce dominus noster"... sul messale VO non compare, e non vedo registrazioni... come rintracciarla?

fr. A.R. ha detto...

Esiste un'antifona con questo nome nel liber usualis: http://www.globalchant.org/view-source.php?src=Lu&page=333

e pure una registrazione che trova qui
http://www.amazon.com/Dominus-Noster-Ant%C3%ADfona-Deuterus-Authenticus/dp/B006158IV6?&linkCode=wsw&tag=globchandata-20

un saluto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online